279 - Comunicati stampa - com_content

‘Smart Vinyl for Our Cities’ è il tema del quarto Vinyl Sustainability Forum, organizzato da VinylPlus a Vienna, in Austria, il 28 aprile 2016.
 
Organizzato da VinylPlus, il programma di sviluppo sostenibile dell’industria europea del PVC, il Vinyl Sustainability Forum 2016 discuterà del ruolo versatile del PVC nel soddisfare le future esigenze di chi vive e lavora nelle città di tutto il mondo, in cui si concentra una crescente maggioranza della popolazione globale e in cui la sfida di fornire servizi essenziali sarà sempre maggiore.
 
Il Forum 2016 Forum offrirà un'opportunità unica di identificare ed esplorare le potenziali opportunità di crescita del PVC in tutto il mondo per contribuire a fornire i servizi essenziali in modo sicuro, responsabile ed economicamente conveniente.
 
L’evento sarà caratterizzato da relazioni, presentazioni e dibattiti da parte di rappresentanti del mondo accademico, enti governativi, Nazioni Unite, Commissione Europea, professionisti, architetti, designer e industria del PVC.
 
Il Forum si aprirà con un discorso dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale (UNIDO) su “Green Industry - Percorsi verso uno Sviluppo Industriale Globale e Sostenibile”.
 
Tra i principali temi segnaliamo “la Grande Sfida Globale – Città Sostenibili del 21° Secolo”, con relatori di alto livello della Commissione Europea (DG Ricerca e Innovazione), del Programma per l'Ambiente delle Nazioni Unite (UNEP), del Consiglio Comunale di Berna (Svizzera) e di BDI (la voce dell’industria tedesca).
 
La sessione “Definizione degli Standard per Città Sostenibili” coinvolgerà l’ONG The Natural Step (TNS) e rappresentanti della città di Vienna (Austria) e di Woonbedrijf (Società di Edilizia Pubblica - Eindhoven, Paesi Bassi).
 
Una parte del Forum riguarderà i mercati mondiali del PVC e i risultati ottenuti da VinylPlus per lo sviluppo sostenibile oltre ai futuri obiettivi per la sostenibilità del PVC.
 
Esperti di settore discuteranno il contributo del PVC per le città sostenibili attraverso la fornitura e la gestione di acqua, finestre e pavimenti. Importanti architetti e designer analizzeranno i temi “design innovativo” e “il ruolo del PVC nelle città del futuro”.
 
Brigitte Dero, Direttore Generale di VinylPlus, afferma: “il nostro Forum annuale è un evento molto atteso in cui i partecipanti possono mostrare innovazione e condividere le tante opportunità emergenti per il PVC nelle nostre città. Saremo lieti di darvi il benvenuto.”
 
VinylPlus è il nuovo Impegno Volontario decennale dell'industria europea del PVC per lo sviluppo sostenibile che affronta cinque sfide chiave per la sostenibilità nell'Europa dei 28, Norvegia e Svizzera.
Maggiori informazioni e registrazione online:
http://vinylplus.eu/community/vinyl-sustainability-forum/vsf16
 
 
Contact: Noelle Tracey at Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
Vinyl Sustainability Forum 2016 to explore Smart Vinyl for Our Cities



 
‘Smart Vinyl for Our Cities’ is the theme for the 4th Vinyl Sustainability Forum, organised by VinylPlus, in Vienna, Austria on April 28th 2016.
 
 
Organised by VinylPlus, the sustainable development programme of the European PVC industry, the Vinyl Sustainability Forum 2016 will examine the versatile role of PVC in meeting the future needs of those living and working in the world's cities, home to an increasing majority of the global population and where the challenge to provide essential services will be the greatest.
 
The 2016 Forum will provide a unique opportunity to identify and explore the potentially growing opportunities worldwide for PVC to contribute to delivering essential human needs in a safe, responsible and cost-effective way.
 
The event will feature keynote speeches, presentations and discussions from representatives spanning a broad spectrum of stakeholders from academia, government bodies, the UN, the European Commission, specifiers, architects, designers and the PVC industry.
 
The Forum will open with a keynote speech from the United Nations Industrial Development Organisation (UNIDO) on ‘Green Industry – Pathways towards Inclusive and Sustainable Industrial Development’.
 
Key topics will include ‘the Big Global Challenge – Sustainable Cities in the 21st Century’, with top-level speakers from the EU Commission (DG Research and Innovation), the United Nations Environment Programme (UNEP), the City Council of Bern (Switzerland) and BDI (The Voice of German Industry).
 
The ‘Setting the Standards for Sustainable Cities’ session will involve the NGO The Natural Step (TNS) and representatives from the City of Vienna (Austria) and from Woonbedrijf (Public Housing Company – Eindhoven, The Netherlands).
 
Keynote speeches will focus on the global vinyl markets and on the VinylPlus achievements to sustainable development and future goals for PVC sustainability.
 
Industry experts will be discussing PVC’s contribution to delivering sustainable cities through water supply and management, windows and flooring.  Innovative design and the role of vinyl in future cities will be explored by leading architects and designers.
 
Brigitte Dero, VinylPlus General Manager, says: “Our annual Forum is a much-anticipated event where participants can showcase innovation and share the many emerging opportunities for Vinyl in our cities.  We look forward to welcoming them.”
 
VinylPlus is the renewed ten-year Voluntary Commitment of the European PVC industry. The programme establishes a long-term framework for the sustainable development of the PVC industry by tackling a number of critical challenges in the EU-28, Norway and Switzerland. 
 
More information and online registration:
http://vinylplus.eu/community/vinyl-sustainability-forum/vsf16
 
 

Milano, 2 ottobre 2014 - Il PVC Forum Italia ha effettuato un’accurata ricerca per valutare il reale peso del serramento in PVC nel mercato italiano di riferimento per l’anno 2013.
I dati sono stati forniti da 10 aziende associate (Alphacan, Aluplast, Deceuninck, Finstral, Gealan, Profine, Rehau, Salamander, Schüco e Veka) assieme rappresentative della quasi totalità del mercato.

 Nel 2013 i metri lineari di telaio finestra in PVC immessi nel mercato italiano sono stati complessivamente 8.290.241. 3998.714 metri di profili bianchi e 4.291.527 metri di profili rivestiti. Il profilo in PVC bianco rappresenta quindi circa il 48% del mercato, quello rivestito circa il 52%.

Valutando che per ogni finestra campione vengono impiagati circa 6 metri di profilo telaio, risultano 666.452 unità serramento con profili bianchi e 715.155 unità serramento con profili rivestiti. Per un totale di 1.381.607 finestre in PVC immesse nel mercato italiano nel 2013.
Il dato può essere approssimativamente arrotondato per eccesso a 1.400.000 unità considerando anche gli altri produttori nazionali non associati.

Aggiungendo alle 1.400.000 unità di finestre trasformate in Italia quelle importate dall’estero (valore stimato di 700.000 unità), si ottiene la rappresentatività del serramento in PVC nel mercato italiano 2013.
Con circa 2.100.000 unità il serramento in PVC copre oltre il 30% del mercato complessivo (inclusi tutti i materiali alternativi) stimato in 6.800.000 unità finestra.
Un dato molto significativo se si pensa che nel 1985 il serramento in PVC in Italia rappresentava il 5% del mercato e nel 2000 il 15%. È la tangibile riprova di un materiale che negli anni ha saputo crescere e innovarsi, guadagnando costantemente quote di mercato rispetto alle alternative.

Dal punto di vista economico i dati sopra riportati hanno generato un giro di affari per l’anno 2013 pari a circa 700 ml di euro .

 

Milano, 09 giugno 2014 – Con un totale di 640.000 tonnellate trasformate nel 2013, il PVC registra un leggero calo del 3% circa rispetto ai livelli dell’anno precedente (660.000 tonnellate), sostanzialmente in linea con il trend degli altri materiali plastici.
Con un andamento differente nelle 2 diverse tecnologie: il PVC rigido scende di circa 7 punti percentuali a fronte di un incremento di quello plastificato di quasi il 3%.

I dati provengono dallo studio “Il consumo di PVC in Italia – 2013” realizzato annualmente da Plastic Consult su commissione del PVC Forum Italia.

La crisi dell’edilizia continua ad avere un impatto importante sul PVC impiegato nelle costruzioni che comunque, con il 31,2%, rimane il principale settore applicativo seguito dall’imballaggio (14,1%), anch’esso in leggera flessione.
Segno positivo invece per la produzione di compound di PVC che, stante il perdurare delle difficoltà del mercato interno, si riflette in un aumento delle esportazioni di PVC compound che registrano un incremento di quasi il 9% rispetto ai livelli del 2013. Crescono anche i consumi di PVC per il trasporto, per il tempo libero e per usi diversi (articoli medicali, usi tecnici, valigeria/pelletteria, lastre espanse, nastri trasportatori, ecc).

Anche la produzione totale di PVC riciclato ha avuto una leggera riduzione e si è attestata intorno alle 60 Kton.
I volumi di scarti pre-consumo avviati alla rigenerazione hanno subito una contrazione mentre i quantitativi di quelli post-consumo, che rappresentano all’incirca il 25% del totale, sono rimasti sostanzialmente stabili rispetto al 2012.
Il PVC rigido riciclato, normalmente utilizzato in taglio con resina vergine, continua ad essere  principalmente impiegato nella produzione di tubi (cavidotti, pluviali, sostegni per floricoltura, ecc..), profilati (zoccolini, coprigiunti, angolari per cemento, ecc..) e monofili per spazzole.
Per il PVC plastificato, il grosso degli impieghi continua a registrarsi nella produzione di tubi per giardinaggio, di membrane impermeabilizzanti e di tappetini per auto.

Le quantità di PVC trasformato per tipo e tecnologia sono evidenziate in tabella 1, il consumo per settore applicativo è riportato in tabella 2.

Tabella 1 - Consumo di PVC per tipo e tecnologia (fonte Plastic Consult)

 

 

Totale 2012

 

Totale 2013

 

 

%

 

%

Estrusione tubi*

101.000

15,3

91.000

14,2

Estrusione profilati per infissi

19.000

2,9

19.000

3,0

Estrusione altri profilati

78.000

11,8

76.000

11,8

Estrusione film

2.500

0,4

3.000

0,5

Calandratura

107.000

16,2

90.000

14,1

Altre tecnologie

34.000

5,2

32.000

5,0

Export compound

26.500

4,0

29.000

4,5

 Totale rigido

 
368.
000 

 55,8

 340.000

 53,1

Rivestimento cavi

62.000

9,4

62.000

9,7

Estrusione tubi/profilati

66.000

10,0

67.000

10,5

Estrusione film/foglia

17.000

2,6

19.000

3,0

Calandratura

27.000

4,1

27.500

4,3

Spalmatura

35.500

5,4

35.000

5,5

Altre tecnologie

33.000

5,0

33.500

5,1

Export compound

51.500

7,8

56.000

8,8

 

Totale plastificato

 292.000

 44,2

 300.000

 46,9

 

Totale PVC

 660.000

 100,0

 640.000

 100,0

* Inclusi tubi per fluidi industriali

 

Tabella 2 - Suddivisione del consumo di PVC per settore applicativo (fonte Plastic Consult)

 

 

 

Totale 2012

 

Totale 2013

 

 

%

 

%

Edilizia/costruzioni

212.500

32,2

199.500

31,2

Imballaggio

98.500

14,9

90.500

14,1

Elettricità

52.500

8,0

52.500

8,2

Mobile/arredamento

32.500

4,9

32.500

5,1

Cartotecnica

36.000

5,5

27.000

4,2

Tempo libero

21.500

3,3

22.500

3,5

Agricoltura

15.000

2,4

15.000

2,4

Telecomunicazioni

13.000

2,0

13.000

2,1

Trasporto

9.000

1,5

10.500

1,5

Calzature/abbigliamento

10.000

1,5

9.500

1,5

Elettrodomestici

8.500

1,3

8.000

1,3

Diversi*

73.000

11,1

74.500

11,6

Export compound

78.000

11,8

85.000

13,3

 

Totale

 660.000

 100,0

 640.000

 100,0

* Articoli medicali, usi tecnici, altri (valigeria/pelletteria, lastre espanse, nastri trasportatori, etc).  

Bruxelles, 8 maggio 2014. VinylPlus, il programma di sviluppo sostenibile dell’industria europea del PVC, lo scorso anno ha registrato un record di 444.468 tonnellate di PVC riciclato – mantenendo l’industria in linea per il raggiungimento dell’obiettivo di riciclarne 800.000 tonnellate all’anno entro il 2020. I risultati del 2013 sono stati presentati oggi a Roma in occasione del Vinyl Sustainability Forum. Accogliendo delegati e relatori, incluse istituzioni internazionali, europee e italiane, ONG, distributori e rappresentanti dell'industria mondiale del PVC, il Presidente di VinylPlus Michael Träger ha dichiarato: “Siamo molto orgogliosi di mostrare come VinylPlus stia costantemente progredendo verso i suoi obiettivi. Al centro dei progressi del nostro Impegno vi è la stretta collaborazione tra i gruppi settoriali dell’industria del PVC, le imprese, le associazioni nazionali e il contributo concreto dei nostri stakeholder. È per questo motivo che il Forum di quest'anno si focalizza sul tema “Sviluppare il valore delle Partnership e il loro contributo per un futuro più sostenibile." E ha aggiunto: "Il nostro impegno è forte e continueremo a garantire il massimo sforzo nel guidare l'industria del PVC verso un'economia più verde e a promuovere un modello più sostenibile di produzione industriale a livello mondiale, diffondendo il nostro approccio, esperienze e migliori pratiche".

Intervenendo al Forum, l’Assessore per l’Ambiente del Comune di Ferrara Rossella Zadro ha sottolineato l'importanza di una collaborazione positiva tra il settore pubblico e quello privato a livello locale: "È molto importante che le autorità pubbliche ascoltino, comprendano e abbiano un dialogo continuo con le industrie presenti nel loro territorio, come avviene con VinyLoop®[1]. Su questa base, il pubblico può svolgere un ruolo proattivo nel proporre progetti e iniziative che portano benefici a tutti, inclusa la cittadinanza".

Nel 2013, il possibile impatto sul riciclo delle regolamentazioni UE in relazione alla presenza dei “legacy additives”[2] nei rifiuti di PVC, ha rappresentato una seria sfida per l’industria in quanto hanno il potenziale di ridurre la quantità di PVC che può essere riciclato. Questa preoccupazione riguarda il riciclo del PVC ma anche di molti altri materiali.

VinylPlus si è impegnata notevolmente per affrontare questa problematica con le autorità competenti.

Nel 2013 VinylPlus ha registrato una diminuzione dell’81,4% nell'uso di stabilizzanti al piombo nell’Europa dei 27 rispetto ai livelli del 2007, in linea con l’obiettivo di completarne la sostituzione entro la fine del 2015. Nel 2014 l'impegno sarà esteso all’Europa dei 28.

Aumentare la consapevolezza della sostenibilità è una componente chiave del programma VinylPlus. Nel 2013 l’Impegno Volontario di VinylPlus, i progressi e i risultati sono stati presentati partecipando attivamente a convegni di alto livello, fiere ed eventi a livello europeo e globale, come l’European Development Days, il forum annuale della Commissione Europea sugli affari internazionali e la cooperazione per lo sviluppo. Nel novembre 2013 VinylPlus è entrata ufficialmente a far parte della Green Industry Platform (GIP), un'iniziativa congiunta dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale (UNIDO) e del Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP).

Nel suo intervento di apertura a Roma, Barbara Kreissler, Responsabile del Business Partnerships Group dell’UNIDO, ha dichiarato: “UNIDO è particolarmente orgogliosa di avere nella Green Industry Platform una partnership di filiera industriale come VinylPlus. Gli importanti risultati raggiunti recentemente dimostrano come il settore privato possa essere per natura capace di trasformarsi e innovarsi e prendere l'iniziativa per raggiungere importanti traguardi verso obiettivi di sostenibilità, realizzando un modello più inclusivo e sostenibile di sviluppo industriale. Questo modello di partnership è perciò di grande rilevanza non solo nel contesto europeo, ma anche per le economie in via di sviluppo e in transizione che hanno appena iniziato il loro cammino di crescita economica sostenibile".

vinylplus.eu

VinylPlus: Lanciato nel 2011, VinylPlus è il nuovo Impegno Volontario decennale dell’industria europea del PVC per lo sviluppo sostenibile. Il programma VinylPlus è stato sviluppato in un processo di dialogo aperto con gli stakeholder coinvolgendo i diversi settori dell’industria, ONG, legislatori, rappresentanti pubblici e utilizzatori finali. Sono state individuate cinque sfide chiave sulla base del “System Conditions for a Sustainable Society” di The Natural Step.

 

[1] Con la tecnologia VinyLoop® (ora disponibile su licenza in tutto il mondo), i rifiuti in PVC a fine vita difficili da trattare possono essere riciclati in compound di PVC di alta qualità. Lo scorso anno l’impianto VinyLoop® di Ferrara ha incrementato del 55% (802 tonnellate) il riciclo di teloni rispetto al 2012.

[2] I “legacy additives” sono le sostanze “ereditate”, ovvero non più utilizzate nei prodotti in PVC, ma presenti nel PVC riciclato.

Cerca nel sito

Ultime news dal forum

PVC4CABLES: la nuova piattaforma della f…

Brighton, 27 aprile 2017 – È stata lanciata oggi a Brighton, UK, in occasione della PVC Conference 2017, PVC4cables, la nuova piattaforma di ECVM dedicata alla filiera dei cavi in...

28 Apr 2017

PVC4PIPES si rinnova

PVC4Pipes è la voce dell’industria europea dei sistemi di tubazioni in PVC collegata a ECVM (European Council of Vinyl Manufacturers) che a sua volta rappresenta i principali produttori di materia...

20 Apr 2017

Il convegno “PVC 4 health and care” al M…

In occasione del MADE Expo 2017, fiera internazionale del progetto e delle costruzioni, lo scorso mercoledì 8 marzo si è tenuto l’incontro “PVC 4 HEALTH and CARE”, organizzato da PVC...

15 Mar 2017

Share

 

The PVC Forum Italia

A report in English for non Italian speakers that want to know more about us.